La Svizzera. Un mercato piccolo ma ad alto valore aggiunto.

valoreaggiunto

Grazie a dimensioni a misura d’uomo, a una politica di sviluppo sostenibile e a un contesto geografico e storico favorevole, da anni la Svizzera figura ai primi posti delle classifiche internazionali sulle nazioni con la migliore qualità di vita. Tra i punti di forza della Confederazione elvetica vi sono senza dubbio la sicurezza, l’assenza di scioperi, l’alto livello delle scuole, la stabilità politica, un sistema federalista, una rete commerciale molto ramificata e il buon funzionamento in generale dei servizi pubblici e privati. La Svizzera si trova nel cuore dell’Europa, e non solo dal punto di vista geografico. Crocevia di diverse culture, sul piano dei trasporti il Paese multilingue funge da ponte tra il Nord e il Sud, l’Est e l’Ovest del continente. Fra i Paesi confinanti figurano tre dei quattro principali mercati europei: Germania, Francia e Italia. Il Paese conta quattro lingue nazionali ufficiali: il tedesco, il francese, l’italiano e il romancio. L’inglese è molto diffuso in ambito professionale e la presenza di diverse culture crea un clima di apertura e tolleranza. La Svizzera vanta un potere d’acquisto tra i più elevati al mondo. Tassi d’inflazione contenuti, bassi costi del capitale, un buon clima per gli investimenti e un solido potere d’acquisto rendono l’economia svizzera tra le più liberali e concorrenziali del mondo. Ciò si riflette in un prodotto interno lordo nettamente superiore alla media europea. La Svizzera offre un’elevata qualità di vita. In quanto a reddito, scuole, clima e sicurezza, sia le regioni urbane, sia le regioni rurali svizzere ottengono regolarmente ottimi piazzamenti a livello mondiale.